Crediti di imposta per adeguamento ambienti di lavoro, sanificazione e acquisto DPI: il termine ultimo per la presentazione della pratica è il 7 settembre 2020

Informativa

Con il provvedimento del 10 luglio 2020 vengono definiti i criteri e le modalità di applicazione e fruizione dei crediti d’imposta:
– per l’adeguamento degli ambienti di lavoro
– per la sanificazione e l’acquisto dei dispositivi di protezione,
di cui agli articoli 120 e 125 del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

In aggiunta, il decreto prevede anche le modalità per la comunicazione dell’opzione per la cessione del credito di cui all’articolo 122, comma 2, lettere c) e d), del decreto-legge 19 maggio 2020, n. 34.

VISUALIZZACrediti di imposta per adeguamento ambienti di lavoro, sanificazione e acquisto DPI: il termine ultimo per la presentazione della pratica è il 7 settembre 2020

Credito di imposta R&S 2020: Firmato il decreto attuativo

Informativa

Il decreto, in attesa di essere pubblicato in Gazzetta Ufficiale, reca disposizioni applicative della disciplina del credito d’imposta di cui all’articolo 1, commi 198-207, della legge 27 dicembre 2019, n. 160, con particolare riferimento a:

– la definizione delle attività di ricerca e sviluppo delle attività di innovazione tecnologica e delle attività di design e ideazione estetica ammissibili;
– l’individuazione, nell’ambito delle attività di innovazione tecnologica, degli obiettivi di innovazione digitale 4.0 e degli obiettivi di transizione ecologica rilevanti per la maggiorazione dal 6 al 10 per cento dell’aliquota del credito d’imposta (articolo 5);
– la determinazione e la documentazione delle spese ammissibili al credito d’imposta.

VISUALIZZACredito di imposta R&S 2020: Firmato il decreto attuativo

Finanziamenti a tasso agevolato e fondo perduto fino al 40% per internazionalizzazione

Informativa

Fino al 31 dicembre 2020, sarà possibile richiedere finanziamenti per operazioni di internazionalizzazione in paesi extra UE, e prossimamente anche UE, con un tasso di interesse agevolato e una quota parte di contributo a fondo perduto fino ad un massimo del 40% del finanziamento.

Questa notizia, già comunicata da Sace-Simest nei giorni scorsi, è operativa da oggi e permetterà alle nostre aziende di effettuare investimenti volti all’internazionalizzazione a condizioni vantaggiose.

VISUALIZZAFinanziamenti a tasso agevolato e fondo perduto fino al 40% per internazionalizzazione

60% di credito di imposta per alberghi, ristoranti, bar e attività svolte in luoghi aperti al pubblico

Informativa

L’Art.120 del Decreto 34 del 19.05.2020, noto con il nome di Decreto Rilancio, ha introdotto un credito di imposta al fine di sostenere ed incentivare l’adozione di misure legate alla necessità di adeguare i processi produttivi e gli ambienti di lavoro, ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione in luoghi aperti al pubblico indicati nell’allegato I, alle associazioni, alle fondazioni e agli altri enti privati, compresi gli enti del Terzo settore.

VISUALIZZA60% di credito di imposta per alberghi, ristoranti, bar e attività svolte in luoghi aperti al pubblico

Credito di imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione incrementato al 60%!

Informativa

Con l’art. 125 del Decreto Rilancio del 19 maggio 2020, viene modificata la misura introdotta dai Decreti Cura e Liquidità nota con il nome di “Credito di imposta per la sanificazione”, oggi intitolata “Credito di imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione“.

VISUALIZZACredito di imposta per la sanificazione e l’acquisto di dispositivi di protezione incrementato al 60%!

Voucher 3I: Pubblicato il decreto attuativo per le start up innovative sulle consulenze per spese di brevetto

Informativa

Lo aspettavamo da febbraio e, finalmente, è stato pubblicato il Decreto Direttoriale che rende pienamente operativa la misura nota con il nome di “Voucher 3I – Investire In Innovazione”.
Con uno stanziamento di 19,5 milioni di euro per il triennio 2019-2021 previsto nel c.d. Decreto Crescita, il voucher mira a sostenere la capacità innovativa e competitiva delle start up innovative finanziando i servizi di consulenza necessari per valorizzare e tutelare in Italia e all’estero i propri processi di innovazione tramite il brevetto per invenzione industriale.La gestione della procedura è affidata a Invitalia S.p.a. sul cui sito web verranno pubblicate tutte le informazioni pratiche per la presentazione delle domande.

Si parte quindi lunedì 15 giugno 2020 con l’apertura del termine per richiedere il Voucher 3I.

Rivediamo insieme la misura e la procedura per richiederlo.

VISUALIZZAVoucher 3I: Pubblicato il decreto attuativo per le start up innovative sulle consulenze per spese di brevetto

Innovation Manager: A breve online la procedura per richiedere la prima erogazione!

Informativa

Con una comunicazione sulla apposita pagina del sito, il Mise ha comunicato che la procedura informatica per la presentazione delle richieste di erogazione del voucher per le attività degli Innovation Manager sarà disponibile a partire dal 18 maggio 2020.

Si ricorda che tale richiesta, pari al 50% del contributo assegnato, potrà essere effettuata al superamento di uno stato avanzamento lavori del 25%.

La comunicazione disciplina anche una importante novità: L’eventuale variazione del manager indicato nella domanda di agevolazione.
Tale variazione potrà essere comunicata nell’ambito della prima richiesta di erogazione delle agevolazioni; in tale sede il soggetto beneficiario è, altresì, tenuto ad allegare il contratto di consulenza specialistica sottoscritto tra le parti.

VISUALIZZAInnovation Manager: A breve online la procedura per richiedere la prima erogazione!

Prime interpretazioni del MISE sui decreti Cura Italia e liquidità

Informativa

Focus sulle comunicazioni di sospensione attività e sul depodito di bilancio.

In data 15 aprile è stata pubblicata dal Ministero dello Sviluppo Economico la Circolare 3723/C relativa alle “Prime indicazioni sul decreto Cura Italia (18-2020) e sul decreto Liquidità alle imprese (23-2020)“.

A fronte di richieste di interpretazione da parte delle Camere di commercio, la Circolare detta le prime indicazioni applicative sui decreti legge Cura Italia e Liquidità alle imprese, analizzando i vari profili interessati dalla norma, dalla sospensione dei termini procedurali e di ricostituzione dei Consigli, alle norme sul deposito dei bilanci delle imprese, dell’approvazione dei bilanci delle CCIAA, Unioni, aziende speciali ed EE.PP., ai protesti fino alle comunicazioni di chiusura temporanea delle attività.

VISUALIZZAPrime interpretazioni del MISE sui decreti Cura Italia e liquidità